SEZIONE TECNICA:
Laboratori di Prova e Taratura

Il rapporto con ACCREDIA – l’Ente unico di Accreditamento, le problematiche organizzative e tecniche, le esigenze della committenza e le normative di settore hanno generato la nascita di progetti di approfondimento all’interno di questa Sezione Tecnica. Tali progetti sono finalizzati a valorizzare il ruolo che i Laboratori di Prova e Taratura rivestono nell’assicurare qualità e sicurezza dei prodotti e nel determinare la possibilità stessa di realizzarli, migliorarli e innovarli.

Il ruolo dei Laboratori di Prova e Taratura

L’attività dei Laboratori di Prova e Taratura ha ricadute significative sulla qualità della vita dei cittadini. Una qualità della vita che possiamo definire, e misurare, in termini di sicurezza:

  • Sicurezza dei beni di utilizzo quotidiano: da un elettrodomestico alla nostra auto, dall’abbigliamento agli aerei, ogni oggetto, ogni componente, dalle prime fasi di ideazione fino alla sua commercializzazione, necessita di test di laboratorio che in molti casi proseguono durante la vita utile dell’oggetto ed anche in seguito al manifestarsi di difettosità e rotture in esercizio.
  • Sicurezza alimentare: controllo chimico e microbiologico di alimenti, bevande e loro contenitori.
  • Sicurezza ambientale: sorveglianza dell’inquinamento di aria, terra e acqua.
  • Sicurezza nella salute: test per elaborare le diagnosi e seguire l’evolversi della risposta alla cura.

Il contributo dei laboratori non si ferma a questi aspetti. Grazie agli accordi di riconoscimento multilaterale, l’attività dei laboratori influenza anche il libero scambio di merci e servizi con ampi risvolti sociali. Pertanto, come tutti gli attori della vita sociale, i laboratori hanno interesse che le leggi siano volte a favorire lo sviluppo, il riconoscimento di competenze e le buone pratiche di laboratorio.

Il ruolo di ALPI

In questo panorama ALPI rappresenta per i laboratori di ogni settore e dimensione, l’opportunità di far giungere la propria voce, le proprie esigenze, la propria competenza specifica, alle direzioni ed ai gruppi di lavoro degli Enti dove norme, regolamenti e leggi vengono proposte, discusse e approvate. Poiché la maggior parte delle norme e delle disposizioni che regolano la vita quotidiana, ormai discendono da decisioni prese in ambito comunitario (EU), non può mancare ai laboratori l’opportunità di mantenere, attraverso ALPI, opportuni collegamenti internazionali, dove confrontarsi con i colleghi delle altre nazioni ed insieme concordare posizioni e proposte da presentare sui tavoli opportuni.

Associarsi ad ALPI consente al laboratorio di entrare a far parte di un network di relazioni e competenze poste a sostegno delle attività tecniche, gestionali e imprenditoriali. ALPI è luogo d’incontro e di confronto tra persone che si riconoscono nei valori dell’etica professionale, della correttezza e trasparenza anche nelle relazioni tra concorrenti, della competenza tecnica al servizio del cliente, del confronto costruttivo con ogni persona o ente al fine di creare valore aggiunto per la collettività e per la propria impresa.

Associarsi è utile. È, infatti, il modo più efficiente ed efficace di cooperare con gli Enti, influenzando decisioni alle quali dovremo uniformarci. Permette al laboratorio di avanzare istanze e cercare alleanze a sostegno delle proprie proposte. Ammette alla partecipazione ai gruppi specialistici per la discussione è il miglioramento di procedure e best practices tecniche e gestionali. Dà accesso alla documentazione prodotta da ALPI e dalla Federazione europea delle associazioni dei laboratori (EUROLAB aisbl). Consente di beneficiare delle attività formative e degli eventi informativi, seminari, convegni, organizzati da ALPI. Dà accesso alle numerose convenzioni sottoscritte al fine di supportare le esigenze degli associati. Associarsi, mettere a fattore comune competenze e risorse per il miglioramento e la valorizzazione del ruolo dei laboratori all’interno del Sistema di Valutazione della Conformità, essere parte di un network di competenze specifiche, rappresenta un’opportunità per il laboratorio e per la persona.

Obiettivi

ALPI rappresenta i laboratori, sia in ambito italiano che europeo, relativamente a questioni tecniche, economiche e politiche che hanno un diretto impatto sulle loro attività. ALPI porta la voce dei laboratori in ogni consesso ove vengano proposte, discusse e decise, leggi, regolamenti e norme aventi influenza sulle attività di laboratorio. ALPI si interfaccia e si coordina con le organizzazioni nazionali ed internazionali aventi attività di interesse per la comunità dei laboratori, cercando di evitare la duplicazione di sforzi con conseguente spreco di risorse. Inoltre, ALPI si propone come forum multisettoriale per la circolazione, lo scambio di informazioni e di esperienza finalizzato allo sviluppo ed alla promozione di:

  • Prove, misure, tarature e relativi metodi
  • Utilizzo dei risultati di test, misurazioni e tarature nello sviluppo di leggi e direttive, nella certificazione e accettazione dei prodotti e nelle valutazioni tecniche
  • Regolamentazione delle prove e dei controlli sulle costruzioni, in collaborazione con i Ministeri ed il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
  • Accreditamento per scopo flessibile e/o per norma di prodotto
  • Costituzione di un “circuito inter-laboratorio”, condividendo le competenze di laboratori accreditati italiani e coinvolgendo EUROLAB, la Federazione Europea delle Associazioni nazionali dei Laboratori di Misura, Prova ed Analisi, con cui ALPI è associata.
  • Monitorare la soggettività negli Audits attraverso la raccolta di elementi oggettivi che evidenziano le differenze di approccio di ACCREDIA nei processi di accreditamento/sorveglianza dei laboratori.
  • Attivare Gruppi di Lavoro in costante coordinamento con Tavoli Tecnici nazionali e/o internazionali cui partecipano uno o più delegati ALPI (ad esempio, il Gruppo Specialistico Studio e analisi di esigenze dei Laboratori nel rapporto con ACCREDIA ed il Gruppo Specialistico Misure e Tarature).