Articoli

LA NORMA ISO/IEC 17025:2017 PER L’ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI DI PROVA E TARATURA

Mercoledì 14 Marzo 2018 a Milano, ALPI organizza il corso “La norma ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori di prova e taratura”, destinato ai Responsabili di Laboratori di prova e taratura, Responsabili Qualità, tecnici, addetti alle prove e/o tarature, auditor e consulenti di SGQ di Laboratori di Prova e Taratura che intendono aggiornarsi sulle novità della norma ISO/IEC 17025:2017 pubblicata il 30/11/2017.

Il corso è stato progettato per un confronto diretto tra ed. 2015 con ed. 2017 della norma ISO/IEC 17025 e intende fornire ai partecipanti le indicazioni necessarie per l’applicazione della nuova ISO/IEC 17025:2017 ai fini dell’accreditamento Accredia dei Laboratori di Prova e Taratura.

Gli esperti docenti illustreranno i requisiti tecnici ed i principali cambiamenti della nuova norma ISO/IEC 17025:2017 per l’implementazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità dei Laboratori di Prova e Taratura. Al termine del corso ampio spazio sarà dedicato all’interazione con i docenti.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o Sede FAST – P.le Morandi, 2 – 20121 Milano. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Locandina_Corso_Milano_14.03.2018

LA NORMA ISO/IEC 17025:2017 PER L’ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI DI PROVA E TARATURA (CON CREDITI FORMATIVI PER CHIMICI)

Mercoledì 21 Febbraio 2018 a Milano, ALPI organizza il corso “La norma ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori di prova e taratura”, destinato ai Responsabili di Laboratori di prova e taratura, Responsabili Qualità, tecnici, addetti alle prove e/o tarature, auditor e consulenti di SGQ di Laboratori di Prova e Taratura che intendono aggiornarsi sulle novità della norma ISO/IEC 17025:2017 pubblicata il 30/11/2017.

Il corso è stato progettato per un confronto diretto tra ed. 2015 con ed. 2017 della norma ISO/IEC 17025 e intende fornire ai partecipanti le indicazioni necessarie per l’applicazione della nuova ISO/IEC 17025:2017 ai fini dell’accreditamento Accredia dei Laboratori di Prova e Taratura.

Gli esperti docenti illustreranno i requisiti tecnici ed i principali cambiamenti della nuova norma ISO/IEC 17025:2017 per l’implementazione dei Sistemi di Gestione per la Qualità dei Laboratori di Prova e Taratura. Al termine del corso ampio spazio sarà dedicato all’interazione con i docenti.

Questo evento è stato accreditato per il rilascio di 7 CFP Crediti Formativi Professionali per Chimici. In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

N.B. E’ stato raggiunto il limite massimo di partecipanti per questa data. A seguito delle numerose richieste pervenute, il corso verrà riproposto Mercoledì 14 Marzo a Milano. Per informazioni e iscrizioni CLICCA QUI.

Locandina_Corso_Milano_21.02.2018

Atti della Conferenza Internazionale ALPI sulla sicurezza nei laboratori

Mercoledì 3 Maggio 2017 a Bologna, ALPI ha organizzato la Conferenza Internazionale “Risk assessment of laboratory activities: working safely in the laboratory” con l’obiettivo di fornire nuovi elementi di riflessione per il miglioramento della sicurezza all’interno dei laboratori di prova e taratura.

La conferenza si è svolta nell’ambito dell’Assemblea Generale di EUROLAB aisbl – Federazione europea delle associazioni dei laboratori di prova e taratura che riunisce i rappresentanti di 24 nazioni. In questa occasione si sono riuniti anche il Comitato Tecnico per la Qualità (TCQA – Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) e il Consiglio Direttivo (BoA – Board of Administrator) di EUROLAB aisbl per discutere gli argomenti di maggior interesse per il settore del Testing & Calibration europeo.

All’evento hanno preso parte oltre 80 rappresentanti di Laboratori italiani e internazionali che hanno potuto assistere ad una serie di testimonianze accademiche e aziendali di alto livello tecnico, incentrate sull’approccio alla valutazione del rischio per la sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare nei laboratori che operano nel settore chimico, biologico, radiologico e petrolchimico.

Nei saluti introduttivi, il Dott. Paolo Moscatti – Presidente Sezione Tecnica ALPI Laboratori di Prova e Taratura – ed il Dott. Àlvaro Ribeiro – Presidente EUROLAB – hanno ribadito che le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro rappresentano una tematica molto critica e attuale, di grande interesse per il settore del Testing & Calibration europeo. Si tratta infatti di una problematica complessa che sta rivelandosi strategica, considerando le ricadute che genera in termini di costi e responsabilità.

Hanno partecipato in qualità di relatori la Dott.ssa Raffaella Raffaelli – Risk Analysis Specialist and Qualified Expert for the tasks of radiation protection workers and population; la Dott.ssa Lucilla Strada e la Dott.ssa Manuela Garavani – University of Pavia; il Dott. Mattia Taroni – Physicist freelancer Protex Italy SpA, il Dott. Francesco Anastasio – Deputy Head of laboratory for Watson Gray Italia.

Il grande successo della conferenza è stato ottenuto anche grazie alla partecipazione di alcune delle principali associazioni del settore TIC che hanno manifestato la propria soddisfazione sia per il valore dei contenuti, centrati e densi, sia per la competenza dei relatori in grado di mettere a fuoco una problematica molto critica e non sempre di facile soluzione come la sicurezza all’interno dei laboratori, che coinvolge tanto il personale quanto i visitatori, clienti, ispettori e tutti coloro che per ragioni professionali hanno occasione di frequentare i laboratori.

Per coloro che non hanno potuto essere presenti alla conferenza, in allegato a questo articolo sono disponibili le presentazioni dei relatori che hanno stimolato molti spunti di riflessione e discussioni anche dopo l’evento e che potranno essere oggetto di confronto all’interno dei Gruppi Specialistici ALPI dedicati alle attività dei laboratori.

0. Programma Conferenza Internazionale

1. R. Raffaelli – Risk Analysis

2. L. Strada – Chemical Risk

3. M. Garavani – Biological Risk

4. M. Taroni – Ionizing radiation Risk

5. F. Anastasio – Watson Gray Italia

La scrittura efficace ed efficiente delle procedure tecniche di laboratorio

Martedì 20 Giugno a Bologna, ALPI organizza il corso La scrittura efficace ed efficiente delle procedure tecniche di laboratorio”, destinato ai responsabili del laboratorio di prova e taratura, addetti alla gestione delle apparecchiature, responsabili per l’accreditamento di nuovi metodi di prova e per l’assicurazione qualità in aziende manifatturiere e di servizi, fabbricanti di strumenti di misura.

Requisiti fondamentali di una procedura tecnica per garantire la piena conformità operativa a quanto previsto dallo scopo del laboratorio sono la completezza, la chiarezza e la massima comprensibilità delle informazioni e dei requisiti riportati.

Le procedure tecniche si rivolgono, in prima battuta, al personale operativo, ma devono essere facilmente fruibili anche ai valutatori di ACCREDIA – l’Ente unico di accreditamento o ad altri possibili Auditor. Pertanto, ai requisiti sopra descritti, si aggiunge anche la necessità di strutturare i documenti in maniera, per quanto possibile, omogenea e sintetica.

Il corso illustrerà come strutturare in capitoli una procedura tecnica descrivendo ed organizzando i relativi contenuti. Si passerà in rassegna l’iter di emissione del documento, dalla redazione alla sua entrata in vigore, compreso il processo di validazione.

Il docente del corso, l’Ing. Alberto Zaffagnini – Esperto di Metrologia e di Sistemi di Gestione di Laboratorio con lunga esperienza come Auditor tecnico ACCREDIA e come responsabile di reparti collaudo di laboratorio metrologico e prove – tratterà inoltre i concetti fondamentali alla base di un’efficace scrittura tecnica illustrando regole di scrittura ed esempi pratici.

In allegato le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione a questo evento che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

Corso_Bologna_20-06-2017

La stima dell’incertezza nelle misurazioni industriali di laboratorio

Mercoledì 15 MarzoBologna, ALPI organizza il corso “LA STIMA DELL’INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI INDUSTRIALI DI LABORATORIO”, destinato ai responsabili di laboratori metrologici, di prova e taratura, tecnici di laboratorio, responsabili ed addetti di sistemi di gestione per la qualità, ispettori e valutatori di sistemi di gestione.

L’obiettivo del corso è di far acquisire ai partecipanti familiarità con il calcolo dell’incertezza di misura attraverso esercitazioni, a difficoltà progressiva, condotte in aula. Dopo aver illustrato i concetti fondamentali, il docente presenterà un’analisi qualitativa dei diversi contributi all’incertezza di misura, illustrandone le eventuali criticità e prospettando le linee di azione. Inoltre, dopo i necessari richiami statistici, il corso prenderà in esame il metodo di stima analitica definito dal documento JCGM 100, noto anche come GUM (ISO Guide 98).

Molto significativi saranno gli esempi applicativi e la presentazione di un caso reale nel quale la corretta stima dell’incertezza di misura ha permesso di risparmiare sensibilmente nei costi del processo di misurazione, sia come acquisto di apparecchiature sia come tempo da dedicare alla misurazione stessa. L’aspetto economico è infatti sempre più rilevante nella definizione di un processo che voglia essere competitivo sul mercato delle prove, delle misure e, più in generale, della valutazione della conformità. Infine, si propone un metodo di valutazione sperimentale dell’incertezza di misura utile quando non risulta facilmente applicabile il metodo analitico GUM.

Il docente del corso, l’Ing. Alberto Zaffagnini – con lunga esperienza come Responsabile del collaudo e del Laboratorio metrologico, nonché come Auditor Tecnico ACCREDIA – consentirà ai partecipanti di individuare i requisiti per assumere decisioni responsabili ed oculate sulla scelta delle apparecchiature e dei metodi per stimare l’incertezza di misura, affrontando in maniera approfondita gli aspetti legati all’economia di gestione al fine di evidenziare le possibilità di risparmio nel processo di misurazione e mantenendo, nel contempo, un alto livello tecnico e di qualità nel rispetto di tutti i requisiti applicabili.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o  AULE+  Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

pdf1Corso_Bologna_15-03-2017

Temi di interesse per i Laboratori di Prova e Taratura – Le proposte di ALPI Associazione

ALPI sta valutando l’opportunità di organizzare alcune tavole rotonde dedicate all’approfondimento di temi legati alla gestione dei Laboratori di Prova e dei Laboratori di Taratura. Temi non necessariamente tecnici, in quanto i laboratori non sono certamente esenti dalle problematiche che caratterizzano altri settori dei servizi e dell’industria. Tali problematiche nei laboratori acquisiscono una certa specificità ed è questa che vorremmo approfondire.

Con questa breve indagine online, proponiamo quindi alcuni argomenti sui quali chiediamo la manifestazione del tuo interesse per una valutazione sull’opportunità dell’iniziativa. Per semplificare, abbiamo diviso i temi tre categorie: Direzione e gestione del laboratorio, Mercato e Accreditamento, declinate a loro volta in titoli che sono accompagnati da una sintetica spiegazione.

Nella compilazione è possibile selezionare uno o più punti segnalandoci in questo modo i temi di tuo interesse. Le tue indicazioni saranno certamente un valore per le prossime iniziative di ALPI Associazione. Lunedì 12 Dicembre 2016 l’indagine si chiuderà e ti informeremo dei risultati raccolti ed aggregati, in modo che anche tu potrai avere una visione d’insieme.

Clicca sul link seguente per cominciare l’indagine: https://it.surveymonkey.com/r/8BL6SFP

Oppure partecipa all’indagine compilando il documento allegato ed inviandolo a info@alpiassociazione.it.

Grazie per il tuo prezioso contributo!

pdf1Survey-Temi-di-interesse-per-i-laboratori-di-prova-e-taratura-le-proposte-di-alpi-associazione

Il nuovo tariffario di accreditamento in vigore dal 01/01/2017

Come riportato nella nota pubblicata sul sito di ACCREDIA in data 28/11/2016, il Consiglio Direttivo di ACCREDIA del 12 Luglio scorso ha deliberato alcune modifiche alle tariffe applicate dall’Ente per:

  • la concessione, il mantenimento, l’estensione e il rinnovo degli accreditamenti agli Organismi di Valutazione della conformità;
  • la concessione e il mantenimento del riconoscimento agli Organismi di Valutazione della conformità (CAB) accreditati da altri Enti di Accreditamento firmatari degli accordi EA MLA;
  • la richiesta di una visita preliminare all’iter di accreditamento;
  • il trasferimento dell’accreditamento da altro Ente di accreditamento firmatario degli accordi EA MLA;
  • il trasferimento della titolarità dell’accreditamento;
  • lo svolgimento di attività  in regime di cross frontier.

Il nuovo Tariffario di accreditamento TA-00 rev.07 è stato successivamente approvato dalla Commissione di Sorveglianza Interministeriale ed entrerà in vigore il 1° gennaio 2017.

Le modifiche apportate rispondono alla logica di assicurare una condizione di maggior favore per tutti i soggetti accreditati, con una riduzione stimata delle tariffe del 2,35% rispetto alle attività previste per il 2016.

In particolare, sono stati rivisti al ribasso i diritti annui di mantenimento dell’accreditamento e gli importi previsti per le giornate di verifica.

Il Consiglio Direttivo di ACCREDIA, inoltre, raccogliendo le sollecitazioni delle parti interessate, ha deliberato la costituzione di un Gruppo di Lavoro che avrà l’obiettivo di valutare alternative sulla struttura dei costi per le diverse attività di valutazione dei CAB.

Il nuovo tariffario di accreditamento TA-00 rev.07 è disponibile in allegato e nella sezione “Documenti istituzionali e di funzionamento” del sito di ACCREDIA.

pdf1TA-00-rev-07-tariffario-di-accreditamento

Confronti Interlaboratorio (ILC) e Prove Valutative (PT): è possibile farli!

I confronti interlaboratorio (ILC) e le prove valutative (PT) sono eseguibili nei laboratori di prova e taratura e rappresentano un requisito importante per l’accreditamento ISO/IEC 17025 perché permettono in modo concreto di confrontare due o più laboratori in conformità a condizioni stabilite. Ma ad oggi i PT e ILC nel settore metrologico, non sono così frequenti e pertanto ALPI ritiene utile segnalare che la società IQC srl, da tempo attiva nel supporto alla informatizzazione dei processi nei laboratori, si presenta come provider per la realizzazione di PT e ILC per il mondo dei laboratori di prova e di taratura.

IQC srl, società di servizi orientati ai laboratori, mette a disposizione dei clienti la vasta esperienza nel supporto di laboratori di prova e taratura accreditati. L’impegno dichiarato è nel rapporto dinamico e veloce finalizzato a concludere i confronti interlaboratorio e le prove valutative in un mese (per confronti bilaterali), in due mesi (quando allargate a più laboratori ). IQC srl, quale provider opera nel rispetto della norma ISO IEC 17043,  e dichiara che a breve avvierà la procedura di accreditamento.

Oggi ha pubblicato un piano di confronti sperimentali su strumenti di misura che è riferibile a:

  • Micrometro per esterni
  • Blocchetti di riscontro pianparalleli
  • Anelli cilindrici lisci
  • Chiave dinamometrica a scatto
  • Dinamometro

I confronti si svolgeranno da Novembre 2016 e Gennaio 2017 ed il programma definitivo sarà comunicato ai partecipanti. Al termine dell’attività sperimentale ad ogni partecipante sarà inviato il risultato conseguito e la panoramica dei risultati degli altri laboratori in forma anonima. Per approfondimenti, è possibile contattare la Dott.ssa Annalisa Marturano scrivendo a: annalisa.marturano@itaqua.it .

La scrittura efficace ed efficiente delle procedure tecniche di laboratorio

Giovedì 1 Dicembre a Bologna, ALPI organizza il corso La scrittura efficace ed efficiente delle procedure tecniche di laboratorio”, destinato ai responsabili del laboratorio di prova e taratura, addetti alla gestione delle apparecchiature, responsabili per l’accreditamento di nuovi metodi di prova e per l’assicurazione qualità in aziende manifatturiere e di servizi, fabbricanti di strumenti di misura.

Requisiti fondamentali di una procedura tecnica per garantire la piena conformità operativa a quanto previsto dallo scopo del laboratorio sono la completezza, la chiarezza e la massima comprensibilità delle informazioni e dei requisiti riportati.

Le procedure tecniche si rivolgono, in prima battuta, al personale operativo, ma devono essere facilmente fruibili anche ai valutatori di ACCREDIA – l’Ente unico di accreditamento o ad altri possibili Auditor. Pertanto, ai requisiti sopra descritti, si aggiunge anche la necessità di strutturare i documenti in maniera, per quanto possibile, omogenea e sintetica.

Il corso illustrerà come strutturare in capitoli una procedura tecnica descrivendo ed organizzando i relativi contenuti. Si passerà in rassegna l’iter di emissione del documento, dalla redazione alla sua entrata in vigore, compreso il processo di validazione.

Il docente del corso, l’Ing. Alberto Zaffagnini – Esperto di Metrologia e di Sistemi di Gestione di Laboratorio con lunga esperienza come Auditor tecnico ACCREDIA e come responsabile di reparti collaudo di laboratorio metrologico e prove – tratterà inoltre i concetti fondamentali alla base di un’efficace scrittura tecnica illustrando regole di scrittura ed esempi pratici.

In allegato le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione a questo evento che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

Corso_Bologna_01-12-2016

Scelta e conferma metrologica delle apparecchiature per misurazione

Venerdì 14 Ottobre a Bologna, ALPI organizza il corso Scelta delle apparecchiature per misurazione del laboratorio e valutazione dell’adeguatezza”, destinato a responsabili e operatori di laboratorio metrologico e di prova; addetti al collaudo metrologico ed alla gestione delle apparecchiature; responsabili e tecnici per l’assicurazione qualità in aziende manifatturiere e di servizi; fabbricanti metrici.

Il corso affronta il problema generale della conferma metrologica dei campioni materiali e degli strumenti di misura utilizzati nei laboratori metrologici e di prova. Inizialmente, verranno esaminati i criteri di scelta dell’apparecchiatura per misurazione considerando gli aspetti applicativi, cogenti, metrologici, normativi e contrattuali. Verranno quindi prese in esame le diverse metodologie applicabili per verificare l’adeguatezza dell’apparecchiatura in funzione dell’utilizzo all’interno del processo di misurazione attuato in laboratorio.

In funzione della tipologia strumentale, le metodologie di conferma dell’adeguatezza faranno riferimento a criteri analitici oppure a valutazioni di tipo sperimentale, così come previsto dai principali documenti di riferimento applicabili (ISO 10012, JCGM 100, GUM, Guide MSA, ISO 14253-2).

Durante il corso tenuto dall’Ing. Alberto Zaffagnini – Esperto di Metrologia e di Sistemi di Gestione di Laboratorio metrologico e prove, con lunga esperienza come Auditor tecnico ACCREDIA e come responsabile di reparti collaudo di laboratorio metrologico e prove – saranno presentati diversi esempi applicativi utili per assumere decisioni responsabili ed oculate nella scelta delle apparecchiature per misurazione di un laboratorio e per gestire correttamente il processo di conferma metrologica.

In allegato le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione a questo evento che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

Corso_bologna_14-10-2016