Articoli

I nuovi corsi di formazione 2018 con Crediti Formativi Professionali (CFP)

L’offerta formativa di ALPI Associazione viene continuamente aggiornata con nuove sessioni formative progettate per sostenere la crescita operativa di tutte le Organizzazioni che operano nel settore dell’attestazione della conformità: Laboratori di Prova e Taratura, Organismi di Certificazione e Ispezione, Organismi Notificati e Abilitati.

Il calendario dei corsi di formazione ALPI in programma per il 2018, disponibile in allegato, potrà essere arricchito sulla base delle vostre segnalazioni. Sono già in programma nuovi corsi di formazione dedicati a:

  • NORME E PROCEDURE PER L’ACCREDITAMENTO (es. ISO/IEC 17020, ISO/IEC 17025, ISO/IEC 17065)
  • ORGANISMI NOTIFICATI E ABILITATI (es. norme armonizzate EN 81-20 e 81-50 per gli ascensori, verifiche sulle piattaforme elevatrici, verifiche di impianti elettrici di messa terra e nei luoghi con pericolo d’esplosione ai sensi del DPR 462/01, verifiche delle attrezzature di lavoro SP, SC, GVR ai sensi dell’art.71 del Dlg. 81/08)
  • LABORATORI DI PROVA E TARATURA (es. implementazione del sistema di gestione nei laboratori, sicurezza delle informazioni, analisi e gestione del rischio nell’ambiente di lavoro)
  • METROLOGIA (es. stima dell’ incertezza di misura, gestione dei processi di misurazione e delle apparecchiature, conferma metrologica, verifiche di conformità prodotto/processo, economia dei processi di taratura)
  • PRIVACY (es. applicazione del Regolamento europeo sulla protezione dei dati – EU Regulation 2016/679, adempimenti e misure di sicurezza per la tutela della privacy)
  • AMBITO LEGALE – ASSICURATIVO (es. relazione tra la polizza assicurativa ed il contratto di fornitura, azioni e risorse per prevenire il rischio di contenzioso, aspetti legali che possono coinvolgere Organismi e Laboratori)

ALPI offre la possibilità di riproporre i corsi di formazione organizzati negli anni precedenti sulla base delle richieste e delle manifestazioni di interesse pervenute, nonché di progettare corsi personalizzati su tutto il territorio nazionale per rispondere in modo puntuale e coerente alle esigenze formative degli Associati.

ALPI propone inoltre sessioni formative rivolte ai tecnici ed ai professionisti del settore Testing, Inspection and Certification (TIC) che intendono aggiornare e sviluppare le proprie competenze attraverso corsi accreditati e riconosciuti dal CNI – Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dal CNC – Consiglio Nazionale dei Chimici. I corsi di formazione organizzati da ALPI garantiscono infatti la possibilità di crescere professionalmente e al contempo, su esplicita richiesta degli associati, di ottenere Crediti Formativi Professionali ai fini dell’obbligo formativo.

Il valore della formazione organizzata da ALPI è supportato anche dalla collaborazione con docenti qualificati, dalla disponibilità immediata del materiale didattico e dall’attestazione di partecipazione apprezzata da ACCREDIA e dai Ministeri competenti, che valutano l’esperienza e la qualifica del personale operativo di Organismi e Laboratori.

Tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione ai corsi di formazione sono sempre disponibili sul sito e sui social network di ALPI Associazione. Continuate a seguirci ed a segnalarci le vostre esigenze formative scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Calendario Corsi 2018

I nuovi Regolamenti per l’accreditamento di Organismi e Laboratori

Il 1° gennaio 2018 entreranno in vigore i nuovi Regolamenti Generali/Tecnici per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione e Ispezione, approvati il 18 luglio scorso dal Consiglio Direttivo di ACCREDIA. I seguenti regolamenti sono già disponibili nella Sezione Regolamenti Generali e Tecnici del Dipartimento Organismi di Certificazione e Ispezione :

  • RG-01 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione, Ispezione, Verifica e Convalida – Parte Generale;
  • RG-01-01 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione di Sistemi di Gestione;
  • RG-01-02 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione del Personale;
  • RG-01-03 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione del Prodotto/Servizio;
  • RG-01-04 per l’accreditamento degli Organismi di Ispezione;
  • RG-01-05 per l’accreditamento degli Organismi di Verifica e Convalida delle emissioni di gas ad effetto serra.
  • RT-09 per l’accreditamento degli Organismi operanti la certificazione dei sistemi di gestione ambientale (SGA);
  • RT-37 per l’accreditamento con scopo di accreditamento flessibile.

Il 1° gennaio 2018 entreranno in vigore anche i nuovi Regolamenti Generali/Tecnici per l’accreditamento dei Laboratori di Taratura e dei Produttori di Materiali di Riferimento (RMP). I seguenti regolamenti sono disponibili nell’Area Documenti del Dipartimento Laboratori di taratura :

  • RG-13 rev.06 – Regolamento per l’accreditamento dei Laboratori di taratura
  • RT-25 rev.05 – Prescrizioni per l’accreditamento dei laboratori di Taratura
  • RG-18 rev.00 – Regolamento per l’accreditamento dei Produttori di Materiali di Riferimento
  • RT-34 rev.00 – Prescrizioni per l’accreditamento di Produttori di Materiali di Riferimento

ALPI vuole ringraziare tutti gli Organismi ed i Laboratori associati per la collaborazione nel lavoro con Accredia, iniziato nel mese di Marzo con la revisione del RG 01 e RT correlati. Grazie alla costituzione di un team di esperti che ha partecipato attivamente alle riunioni di ACCREDIA per avanzare proposte di modifica ai regolamenti in discussione, ALPI ha potuto esprimere il proprio parere su alcuni temi strategici, ad esempio l’accreditamento flessibile (applicato ai sistemi di gestione e Ispezione) e la gestione delle MSV (Market Surveillance Visit), riscontrando con piacere che la maggior parte delle proposte è stata accolta.

Il lavoro nelle riunioni è stato molto impegnativo, così come l’integrazione delle nostre proposte con quelle fatte da altre Organizzazioni, ma in ogni caso possiamo affermare che il risultato sia positivo e che il tempo investito per collaborare con chi ha il compito di definire le “regole che dovremo applicare” sia un valore per tutta l’Associazione, consolidandone il ruolo e la sua funzione di rappresentanza.

La norma ISO/IEC 17065:2012 per la certificazione di prodotti, processi e servizi

Mercoledì 17 Maggio a Bologna, ALPI organizza il corso “La norma ISO/IEC 17065:2012 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione di prodotti, processi e servizi”, dedicato ai responsabili e funzionari degli Organismi di Certificazione coinvolti nelle varie fasi dei processi che comprendono le attività di prova e valutazione del sistema qualità del fabbricante o interessati alla normativa per la certificazione di prodotti, processi e servizi.

L’accreditamento ai sensi della norma ISO/IEC 17065:2012, ormai consolidato dopo il passaggio dalla EN 45011:1999, è diventata la base per molti nuovi schemi di certificazione. Non solo per i prodotti ma anche per i processi ed i servizi, l’accreditamento ai sensi della ISO/IEC 17065:2012 è sinonimo di certificazione competente ed imparziale, supportando gli Organismi di Certificazione nel definire una struttura in grado di sostenere la conformità sulla base di elementi oggettivi.

Inoltre, lo studio della norma ISO/IEC 17065:2012 ci pone di fronte alcuni importanti interrogativi. Quali sono i requisiti di imparzialità che gli Organismi di Certificazione prodotto devono garantire, in una verifica in cui ci si confronta con una costante evoluzione tecnica? Quali procedure e quali documenti predisporre per l’accreditamento ai sensi della norma ISO/IEC 17065:2012? Come garantire l’adeguata formazione del personale degli Organismi di Certificazione?

Il docente del corso, il Dott. Giordano Angle – Ispettore ACCREDIA ed esperto nella Certificazione di Sistemi di Gestione per la Qualità, Ambiente, Prodotto in accordo con i requisiti volontari e regolamentati – consentirà ai partecipanti di rispondere a questi interrogativi attraverso il confronto interattivo e un ricco scambio di esperienze. Particolare attenzione sarà dedicata alla gestione delle verifiche interne ed al consolidamento del Sistema di Gestione della Qualità, nonché alle criticità sotto il profilo della responsabilità che ricade sugli Organismi di Certificazione di prodotti, processi e servizi che operano in ambito volontario, cogente o regolamentato.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione del corso che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

pdf1Corso_Bologna_17-05-2017

La norma ISO/IEC 17065:2012 per la certificazione di prodotti, processi e servizi

Mercoledì 22 Febbraio a Bologna, ALPI organizza il corso “La norma ISO/IEC 17065:2012 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione di prodotti, processi e servizi”, dedicato ai responsabili e funzionari degli Organismi di Certificazione coinvolti nelle varie fasi dei processi che comprendono le attività di prova e valutazione del sistema qualità del fabbricante o interessati alla normativa per la certificazione di prodotti, processi e servizi.

L’accreditamento ai sensi della norma ISO/IEC 17065:2012, ormai consolidato dopo il passaggio dalla EN 45011:1999, è diventata la base per molti nuovi schemi di certificazione. Non solo per i prodotti ma anche per i processi ed i servizi, l’accreditamento ai sensi della ISO/IEC 17065:2012 è sinonimo di certificazione competente ed imparziale, supportando gli Organismi di Certificazione nel definire una struttura in grado di sostenere la conformità sulla base di elementi oggettivi.

Inoltre, lo studio della norma ISO/IEC 17065:2012 ci pone di fronte alcuni importanti interrogativi. Quali sono i requisiti di imparzialità che gli Organismi di Certificazione prodotto devono garantire, in una verifica in cui ci si confronta con una costante evoluzione tecnica? Quali procedure e quali documenti predisporre per l’accreditamento ai sensi della norma ISO/IEC 17065:2012? Come garantire l’adeguata formazione del personale degli Organismi di Certificazione?

Il docente del corso, il Dott. Giordano Angle – Ispettore ACCREDIA ed esperto nella Certificazione di Sistemi di Gestione per la Qualità, Ambiente, Prodotto in accordo con i requisiti volontari e regolamentati – consentirà ai partecipanti di rispondere a questi interrogativi attraverso il confronto interattivo e un ricco scambio di esperienze. Particolare attenzione sarà dedicata alla gestione delle verifiche interne ed al consolidamento del Sistema di Gestione della Qualità, nonché alle criticità sotto il profilo della responsabilità che ricade sugli Organismi di Certificazione di prodotti, processi e servizi che operano in ambito volontario, cogente o regolamentato.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione del corso che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna.

E’ stato raggiunto il limite massimo di partecipanti per questo corso. Non mancheremo di informarvi tempestivamente non appena verrà fissata una nuova data.

pdf1Corso_Bologna_22-02-2017

Privacy: Requisiti e implicazioni del Regolamento Europeo 2016/679

Il nuovo Regolamento europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali si presenta come un complesso insieme di regole in grado di disciplinare gran parte degli aspetti di una privacy moderna ed attenta al nuovo mondo digitale. Gli elementi che sono stati modificati o previsti ex novo, sono tanti e la loro attuazione potrebbe generare problemi specifici per Laboratori e Organismi di Certificazione interessati all’applicazione delle nuove norme.

Tra le novità più importanti c’è un apparato sanzionatorio molto severo, con multe che potranno arrivare fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato globale del trasgressore. Tuttavia il rischio più grosso per Laboratori e Organismi di Certificazione è però quello di recepire in modo negativo o poco tempestivo la nuova normativa sulla privacy, come se fosse l’ennesimo fardello dettato dalle Istituzioni europee che impongono nuove stringenti regole.

È necessario pertanto iniziare a riflettere sui problemi di applicazione pratica ed interpretativa che si porranno a professionisti e ad aziende del settore TIC – Testing, Inspection and Certification. Cosa fare per adeguarsi alle nuove regole sulla privacy ed evitare le nuove pesanti sanzioni? Quali sono le soluzioni operative per la gestione degli adempimenti sulla privacy, ma anche per la protezione della proprietà intellettuale di clienti e partner?

Per rispondere a questi interrogativi e fare il punto sul nuovo Regolamento europeo, i professionisti della data protection si incontrano Giovedì 15 Settembre a Bologna in occasione del Convegno “La gestione dei dati riservati: rispetto della privacy e protezione della proprietà intellettuale”. ALPI organizza questa specifica iniziativa per analizzare le criticità della nuova regolamentazione e rendere gli Associati più competenti in merito alla possibilità di adeguare il proprio sistema di gestione dei dati alle nuove regole entro il 25 maggio 2018, per non rischiare pesanti sanzioni. Un periodo di tempo congruo ma non troppo ampio per organizzarsi e adeguarsi alle nuove regole. Ad esempio, tra i vari adempimenti obbligatori, il dimostrare costantemente la compliance alla normativa e di avere effettuato una corretta ed adeguata valutazione d’impatto,  oppure il rispetto dei principi di accountability, data protection by design e data protection by default, aiuterà a ridurre/evitare queste sanzioni. Inoltre, ALPI ha pensato di offrire a tutti i partecipanti al Convegno,  la possibilità di conoscere gli strumenti più adeguati per una gestione informatizzata dei dati riservati, studiati appositamente per le esigenze del settore, e di richiedere un “check-up privacy” gratuito presso la propria Organizzazione.

La protezione dei dati personali, costituisce, alla luce del nuovo regolamento, un elemento fondamentale nella progettazione dei servizi, programmi, software e processi aziendali. In questo contesto, con sessioni formative di alto livello tecnico ed il coinvolgimento di esperti consulenti sulla privacy, ALPI continua a supportare i Responsabili dei Laboratori e degli Organismi di Certificazione che devono essere gli attori principali di un profondo cambiamento culturale ed organizzativo per adeguare il proprio sistema di gestione dei dati alle evoluzioni tecnologiche e normative.

Un’opportunità per i giovani valutatori Sistemi di Gestione per la Qualità

Allo scopo di favorire l’ingresso nel mondo del lavoro di giovani fino a 35 anni, non occupati, residenti o domiciliati in Regione Lombardia, in possesso di diploma o laurea, abbiamo predisposto un corso gratuito per Valutatore sistema di gestione per la Qualità per enti di certificazione – 48 ore (40 ore sono identiche per tutti i settori industriali mentre 8 sono solo per il settore tessile, abbigliamento, tessile tecnico).

Il corso è organizzato dal Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento S.p.A. e prevede il rilascio della qualifica AICQ_SICEV  di Auditor di terza parte sistema di gestione Qualità UNI EN ISO 9001:2015 valida per fare le verifiche ispettive in azienda e presso Organismi di Certificazione. Un’opportunità per i giovani che vogliono proporsi alle aziende come referenti del sistema di gestione per la qualità e come valutatori qualificato.

Il corso avrà inizio venerdì 10 giugno 2016 (4 ore) c/o Sede Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento S.p.A. in Piazza Sant’Anna n.2 – 21052 Busto Arsizio (VA).

Le iscrizioni saranno aperte fino a martedì 7 giugno 2016 e fino al raggiungimento di un numero max di 10 partecipanti. Per maggiori informazioni in allegato è disponibile la Brochure informativa dell’evento.

I&S – Brochure_corso 10-06-2016

La verifica Accredia per gli Organismi di Certificazione

Venerdì 28 Novembre a Roma, ALPI propone il corso “VERIFICA E ANALISI DEI PUNTI CHIAVE PER L’ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE” con l’obiettivo di fornire ai partecipanti le risorse per vivere la verifica di accreditamento con tranquillità, avendo chiari i requisiti richiesti da Accredia e avendo appreso come sostenere le proprie posizioni con l’Auditor Accredia perché coerenti con l’efficienza della propria organizzazione e rispettose dei requisiti normativi della Serie 17000, nonché dei regolamenti connessi con il processo di accreditamento.

Il docente del corso, l’Ing. Riccardo Bisagno, Ispettore ACCREDIA ed esperto nell’accreditamento di Organismi di Certificazione di Sistemi di Gestione per la Qualità, Ambiente, Sicurezza, Energia, Personale e Prodotto, in accordo con i requisiti volontari e regolamentati, consentirà ai partecipanti di mettere a fuoco questa tematica complessa attraverso il confronto interattivo e un ricco scambio di esperienze finalizzato all’inquadramento dei seguenti punti chiave:

  • Le norme, gli standard i regolamenti di riferimento
  • Gli Audit interni vs il CSI
  • Gli Audit interni
  • Il CSI
  • Gli Auditor
  • L’efficacia del processo di Audit
  • Le aree tecniche
  • I mitici giorni uomo
  • La delibera
  • Il contratto
  • I punti salienti ISO 17021
  • Alcune peculiarità dei vari schemi
  • Casi di studio
  • Il parallelo normativo

In allegato tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si terrà c/o Roma Office Sharing in Via San Martino Della Battaglia, 31 – 00185 Roma.

Corso_Roma_28-11-2014

Le novità introdotte dalla ISO/IEC 17065

Giovedì 6 Novembre a Bologna, ALPI propone il corso “IL PASSAGGIO DALLA EN 45011 ALLA ISO 17065: LA NATURALE EVOLUZIONE DEGLI ORGANISMI DI CERTIFICAZIONE PRODOTTO”, destinato al personale degli Organismi di Certificazione coinvolti nei processi che comprendono le attività di prova del sistema qualità del fabbricante e a tutti coloro che sono interessati all’evoluzione della normativa della certificazione di prodotto.

La norma ISO/IEC 17065:2012 sostituisce il precedente documento normativo EN 45011:1999, che è stato ritirato, ma continua a valere nel periodo di transizione (36 mesi dalla data di pubblicazione). Questa norma ci pone di fronte alcuni nuovi interrogativi. Quali sono i requisiti che gli Organismi di Certificazione prodotto devono soddisfare per dimostrare di operare in modo adeguato e imparziale? Quali sono le novità sostanziali introdotte, rispetto alla norma EN 45011 del 1999? Quali sono le ricadute formali ed operative che gli Organismi dovranno rispettare e documentare?

Il docente del corso, il Dr. Giordano Angle, Ispettore ACCREDIA ed esperto nella Certificazione di Sistemi di Gestione per la Qualità, Ambiente, Prodotto in accordo con i requisiti volontari e regolamentati, consentirà ai partecipanti di rispondere a questi interrogativi illustrando le novità introdotte dalla norma ISO/IEC 17065 che riguardano una nuova organizzazione del testo, l’introduzione dei principi per gli organismi di certificazione e per le loro attività, l’inserimento di nuovi requisiti, il perfezionamento per l’applicabilità della certificazione di prodotto ai processi e ai servizi e la presentazione di requisiti per il sistema di gestione dell’organismo di certificazione.

In allegato tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si terrà a Bologna c/o Sede ALPI: Via dei Lapidari, 12 – 40129 Bologna.

Corso_Bologna_06-11-2014

 

Incontro per gli Organismi di Certificazione e Ispezione sui nuovi Regolamenti di accreditamento

Venerdì 12 settembre a Milano, ACCREDIA organizza un incontro di aggiornamento dal titolo “La revisione del Regolamento RG-01 e i nuovi Regolamenti collegati per standard di accreditamento” che si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 16.30, presso l’Auditorium Don Bosco di via Melchiorre Gioia, 48 – Milano.

L’obiettivo di questo incontro è illustrare le novità previste per gli Organismi di Certificazione e Ispezione che operano sotto accreditamento e i contenuti dei nuovi Regolamenti collegati per standard di accreditamento (RG-01-01, RG-01-02, RG-01-03, RG-01-04).

La partecipazione è riservata a un massimo di due persone per Organismo e la registrazione va effettuata online, entro il 5 Settembre, sul sito di ACCREDIA alla pagina dell’evento.

ALPI continuerà a tenervi informati sulle modifiche introdotte dai nuovi Regolamenti Generali per l’accreditamento, vista la collaborazione diretta con ACCREDIA nella stesura dei documenti, portando la voce degli Organismi che operano sul campo e rappresentando i nostri Associati.