Articoli

Pubblicata la nuova norma ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori

È stata pubblicata la nuova norma ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori di prova e taratura, che era stata approvata lo scorso 12 ottobre e che verrà presentata da Accredia, ad aprile 2018, in occasione della 12° edizione di A&T – Automation and Testing, la fiera torinese dedicata a robotica, misure e prove, tecnologie innovative e industria 4.0.

La nuova norma ISO/IEC 17025:2017 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura” è disponibile solo in lingua inglese e può essere acquistata sul portale ISO al seguente link:

https://www.iso.org/standard/66912.html

La traduzione in italiano del nuovo standard è già in lavorazione presso l’UNI – l’Ente Italiano di Normazione.

Si è quindi concluso il lungo processo di revisione della norma, in cui ALPI ha dato il suo contributo attraverso il lavoro dei propri delegati al TCQA (Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) di EUROLAB aisbl, che esprime due rappresentanti all’interno del Working Group 44 di ISO/CASCO.

In questo processo ALPI ha più volte coinvolto i laboratori italiani, condividendo i documenti relativi ai meeting del WG 44 ed i precedenti step di revisione della norma (CD1, CD2, DIS, F-DIS), raccogliendo le proposte di modifica e presentadole nelle opportune sedi decisionali. A tal proposito si ricorda che tutti i documenti relativi al processo di revisione della norma 17025:2017 sono sempre disponibili per gli Associati nell’Area Riservata del sito ALPI.

La nuova norma ISO/IEC 17025 per i Laboratori di Prova e Taratura

Lo scorso 12 luglio a Ginevra si è svolta l’ultima riunione del Gruppo ISO CASCO WG 44, impegnato ormai da due anni nel processo di revisione della norma per l’accreditamento dei laboratori di prova e di taratura ISO/IEC 17025 “General requirements for the competence of testing and calibration laboratories”.

In questa occasione il WG 44 ha ritenuto opportuno emettere il documento FDIS (Final Draft International Standard) della norma, disponibile in allegato. L’emissione della nuova norma ISO/IEC 17025 è attesa entro Dicembre 2017 e i Dipartimenti ACCREDIA per i Laboratori di prova e taratura stanno lavorando congiuntamente per preparare un’adeguata transizione dei laboratori accreditati ai nuovi requisiti, che dovranno essere implementati entro 3 anni dalla pubblicazione del documento.

La struttura della nuova norma appare sostanzialmente diversa dalla norma attuale edizione 2005, distribuendo i requisiti in 4 capitoli: Structural requirements, Resource requirements, Process requirements, Management requirements. Come si legge nella nota apparsa sul sito di ACCREDIA, la nuova norma rivolge maggiore attenzione alle esigenze degli stakeholder. Questo si evince chiaramente dall’introduzione del concetto di decision rule nell’ambito delle dichiarazioni di conformità: il laboratorio, qualora contrattualmente sia chiamato a effettuare una dichiarazione di conformità, deve aver preliminarmente stabilito le sue regole decisionali (e quindi anche come utilizza l’incertezza di misura nell’ambito della dichiarazione di conformità) e anche averle comunicate al cliente in sede di riesame del contratto. Inoltre, è indicato chiaramente che la competenza risiede in quelle attività per le quali il laboratorio dispone di risorse adeguate, intendendo sia il personale che le apparecchiature, nonché i locali, i reagenti, i materiali e i campioni di riferimento. Solo per queste attività il laboratorio può dichiarare ai propri clienti di essere conforme alla norma, escludendo quindi le attività per cui necessita di approvvigionamento esterno (il vecchio concetto di subappalto) su base continuativa.

ALPI ha partecipato al processo di revisione della ISO/IEC 17025 mediante il contributo dei propri delegati al TCQA (Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) di EUROLAB aisbl, che esprime due rappresentanti all’interno del Gruppo ISO CASCO WG 44. In questo processo ALPI ha più volte coinvolto i laboratori italiani, condividendo i documenti relativi ai meeting del WG 44 ed i precedenti step di revisione della norma (CD1, CD2, DIS), raccogliendo le proposte di modifica e presentadole nelle opportune sedi decisionali.

I requisiti definiti dalla nuova norma ISO/IEC 17025 per garantire misure affidabili e riferibili alle unità del Sistema Internazionale, verranno presentati e analizzati durante il corso “L’incertezza di misura in ottica nuova ISO/IEC 17025:2017, la Guida ISO 98-3 e la riferibilità metrologica” che si terrà Mercoledì 18 Ottobre a Bologna.

ISO-CASCO-WG44_N0112_FDIS_ISOIEC_17025

I nuovi Regolamenti per l’accreditamento di Organismi e Laboratori

Il 1° gennaio 2018 entreranno in vigore i nuovi Regolamenti Generali/Tecnici per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione e Ispezione, approvati il 18 luglio scorso dal Consiglio Direttivo di ACCREDIA. I seguenti regolamenti sono già disponibili nella Sezione Regolamenti Generali e Tecnici del Dipartimento Organismi di Certificazione e Ispezione :

  • RG-01 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione, Ispezione, Verifica e Convalida – Parte Generale;
  • RG-01-01 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione di Sistemi di Gestione;
  • RG-01-02 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione del Personale;
  • RG-01-03 per l’accreditamento degli Organismi di Certificazione del Prodotto/Servizio;
  • RG-01-04 per l’accreditamento degli Organismi di Ispezione;
  • RG-01-05 per l’accreditamento degli Organismi di Verifica e Convalida delle emissioni di gas ad effetto serra.
  • RT-09 per l’accreditamento degli Organismi operanti la certificazione dei sistemi di gestione ambientale (SGA);
  • RT-37 per l’accreditamento con scopo di accreditamento flessibile.

Il 1° gennaio 2018 entreranno in vigore anche i nuovi Regolamenti Generali/Tecnici per l’accreditamento dei Laboratori di Taratura e dei Produttori di Materiali di Riferimento (RMP). I seguenti regolamenti sono disponibili nell’Area Documenti del Dipartimento Laboratori di taratura :

  • RG-13 rev.06 – Regolamento per l’accreditamento dei Laboratori di taratura
  • RT-25 rev.05 – Prescrizioni per l’accreditamento dei laboratori di Taratura
  • RG-18 rev.00 – Regolamento per l’accreditamento dei Produttori di Materiali di Riferimento
  • RT-34 rev.00 – Prescrizioni per l’accreditamento di Produttori di Materiali di Riferimento

ALPI vuole ringraziare tutti gli Organismi ed i Laboratori associati per la collaborazione nel lavoro con Accredia, iniziato nel mese di Marzo con la revisione del RG 01 e RT correlati. Grazie alla costituzione di un team di esperti che ha partecipato attivamente alle riunioni di ACCREDIA per avanzare proposte di modifica ai regolamenti in discussione, ALPI ha potuto esprimere il proprio parere su alcuni temi strategici, ad esempio l’accreditamento flessibile (applicato ai sistemi di gestione e Ispezione) e la gestione delle MSV (Market Surveillance Visit), riscontrando con piacere che la maggior parte delle proposte è stata accolta.

Il lavoro nelle riunioni è stato molto impegnativo, così come l’integrazione delle nostre proposte con quelle fatte da altre Organizzazioni, ma in ogni caso possiamo affermare che il risultato sia positivo e che il tempo investito per collaborare con chi ha il compito di definire le “regole che dovremo applicare” sia un valore per tutta l’Associazione, consolidandone il ruolo e la sua funzione di rappresentanza.

Nuova revisione della ISO/IEC 17025:2005

Il processo di revisione della norma ISO/IEC 17025:2005 è seguito all’interno del gruppo di lavoro ISO CASCO WG 44 ed ALPI Associazione offre il proprio contributo in questo processo mediante la partecipazione al TCQA (Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration) di EUROLAB aisbl, che esprime due rappresentanti all’interno del gruppo di lavoro ISO CASCO WG 44.

A seguito della votazione del marzo scorso si è passati, col 96% di voti a favore, dallo stadio CD 2 (Committee Draft) al DIS (Draft International Standard) della norma ISO/IEC 17025:2005 – Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura. D’ora in poi sentiremo quindi parlare della ISO/IEC 17025:DIS.

A luglio si è tenuta a Ginevra la riunione del Drafting Group per una prima scrematura dei commenti ricevuti. Nel complesso il documento ISO/IEC 17025:DIS comunque non presenta cambiamenti radicali rispetto al CD 2 che può essere scaricato cliccando qui.

La Segreteria CASCO ha comunicato che la votazione per il documento DIS, che coinvolgerà tutti gli aventi diritto al voto di ISO, si aprirà a Dicembre 2016 e terminerà a Marzo 2017. In linea con le Direttive ISO, la votazione sarà preceduta da un periodo di due mesi per la traduzione.

Inoltre, è stata già organizzata una riunione del Drafting Group a maggio 2017 ed una riunione del ISO CASCO WG 44 a luglio 2017.

La pubblicazione della norma è attesa per la fine del 2017 e, come sempre, sarà nostra cura garantire un tempestivo aggiornamento.

Confermata senza modifiche la ISO/IEC 17043:2010

Si è concluso il processo di revisione della norma “ISO/IEC 17043:2010 – General requirements for proficiency testing” cui ALPI, con la sua presenza in Eurolab aisbl, ha potuto portare il suo contributo.

Infatti, dopo uno scambio di pareri a livello europeo nel Technical Committee for Quality Assurance in Testing and Calibration (TCQA) di Eurolab, analizzata la situazione, è stato proposto di non apportare modifiche alla norma, confermandone la sua validità per altri 5 anni.

La posizione di Eurolab è stata accolta con favore nel Gruppo di Lavoro ISO CASCO, incaricato di valutare la possibile revisione della norma. Il documento, che specifica i requisiti generali di competenza degli organizzatori di circuiti interlaboratorio, applicabile a tutte le tipologie di ring test, è stato confermato senza modifiche (vd. allegato).

Questa norma ancora non è ampiamente diffusa e applicata, pertanto in questo momento, eventuali modifiche non avrebbero portato alcun beneficio significativo per la comunità dei laboratori.

ISO-CASCO_N0318_-_Result_of_systematic_revie