Articoli

L’incertezza di misura in ottica nuova ISO/IEC 17025, la Guida ISO 98-3 e la riferibilità metrologica

Mercoledì 18 Ottobre a Bologna, ALPI organizza il corso “L’incertezza di misura in ottica nuova ISO/IEC 17025:2017, la Guida ISO 98-3 e la riferibilità metrologica”, dedicato destinato ai Responsabili di Laboratori metrologici, di Prova e Taratura, tecnici di Laboratorio, Responsabili ed addetti del Sistema di Gestione per la Qualità dei Laboratori, Ispettori e Valutatori di Sistemi di Gestione.

L’emissione della nuova norma  ISO/IEC 17025 è attesa per fine 2017 e la sua struttura appare sostanzialmente diversa da quella attuale, distribuendo i requisiti in 4 capitoli: Structural requirements, Resource requirements, Process requirements, Management requirements.

Come in tutte le norme che trattano i sistemi di gestione ed in particolare la gestione dei processi di misurazione, taratura e prova, il tema generale della stima dell’incertezza di misura e dei diversi approcci per la sua stima assume importanza rilevante.

Il corso affronterà questo specifico aspetto, insieme alle imprescindibili problematiche della riferibilità metrologica, focalizzando l’attenzione sui vari requisiti definiti dalla nuova norma ISO/IEC 17025 per garantire misure affidabili e riferibili alle unità del Sistema Internazionale.

Particolare attenzione sarà dedicata alla Guida ISO/IEC 98-3:2008, documento di riferimento citato esplicitamente dalla nuova ISO/IEC 17025 per valutare l’incertezza di misura. Inoltre, verranno presi in esame i concetti di “Riferibilità metrologica” e di “Catena di riferibilità metrologica”, illustrando i criteri fondamentali per rispondere in maniera corretta ai requisiti degli enti di accreditamento in relazione a questi aspetti.

Il corso sarà tenuto dall’Ing. Alberto Zaffagnini, esperto tecnico di metrologia e di sistemi di gestione di laboratori metrologici, con lunga esperienza come Ispettore tecnico ACCREDIA del Dipartimento Taratura.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o AULE+ Via De’ Carracci, 6 – 40129 Bologna. Per maggiori informazioni contattare la Segreteria ALPI al numero 051 4198445 oppure scrivendo a info@alpiassociazione.it.

Corso_Bologna_18-10-2017

Incertezza di misura nei laboratori chimici e agroalimentari

Martedì 12 Luglio a Bologna, ALPI organizza il corso Stima dell’incertezza di misura nei laboratori chimici e agroalimentari”, destinato ai Responsabili ed ai Tecnici di Laboratori di Prova e Taratura, Responsabili del Sistema di Gestione per la Qualità di Laboratori operanti nel settore chimico e agroalimentare.

Generalmente, la stima dell’incertezza è visto come un requisito che la ISO/IEC 17025 chiede di soddisfare. Ma in realtà è una caratteristica che valorizza il risultato della prova, sia essa svolta per conto terzi, sia come supporto alla ingegnerizzazione di un prodotto o alla caratterizzazione di un liquido, oppure nella condizione di verifica della conformità ai parametri dettati dalla committenza o da regolamenti normativi e legislativi.

Gli obiettivi del corso sono sintetizzati in:

confronto sui concetti da base della stima dell’incertezza di misura

analisi di casi pratici reali, affrontati sia in ambito chimico sia in ambito agroalimentare

libero dibattito tra i partecipanti, supportato dal docente, per confrontare le situazioni vissute, mettendo in comune in modo interattivo la propria esperienza nella salvaguardia del know how

Il docente del corso, Massimo Radicchi – Esperto di Metrologia e di Sistemi di Gestione di Laboratorio ed Auditor tecnico ACCREDIA per l’accreditamento dei Laboratori – consentirà ai partecipanti di individuare i requisiti necessari per scegliere la strategia adeguata per stimare l’incertezza di misura, attraverso un ricco scambio di esperienze e con esempi pratici applicabili ai metodi di prova reali sia in ambito chimico sia in ambito agroalimentare.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o AULE+, in Via De’ Carracci, 91 – 40131 Bologna.

Corso_Bologna_12-07-2016

L’incertezza di misura ed i metodi per individuare l’ adeguato processo di misurazione

Giovedì 31 MarzoBologna, ALPI organizza il corso “Incertezza di misura: utilizzo nelle attività di laboratorio e diversi approcci per la sua stima”, con l’obiettivo di fornire le conoscenze necessarie per stimare l’incertezza da associare alle misure effettuate nelle verifiche di conformità di prodotti, processi ed apparecchiature per misurazione.

Quante volte abbiamo dovuto valutare se una misura, anche effettuata con la dovuta perizia o con strumenti all’avanguardia, fosse corretta sotto il punto di vista dell’incertezza di misura? Il processo di misurazione è adatto e coerente con l’impiego che il Laboratorio dovrà fare della misura? I costi sono sempre sostenibili o possono essere superflui? Quali alternative abbiamo a disposizione per garantire la qualità necessaria della misurazione effettuata?

Senza la conoscenza della sua incertezza, una misura non è utilizzabile o può fornire indicazioni errate. Tuttavia non sempre è necessario effettuare la miglior stima di questa incertezza. Differenti condizioni operative possono permettere di individuare soluzioni che diano il contributo coerente con la “finalità della misura”, sia essa finalizzata alla valutazione della conformità di un prodotto o altresì sia finalizzata alla taratura di un campione o di uno strumento di misura.

L’aspetto economico è sempre più rilevante nella definizione di un processo che voglia essere competitivo sul mercato delle prove, delle misure e, più in generale, della valutazione della conformità. Pertanto, questa nuova edizione del corso affronterà in maniera approfondita gli aspetti legati all’economia di gestione, al fine di evidenziare le possibilità di risparmio nel processo di misurazione mantenendo, nel contempo, un alto livello tecnico e di qualità nel rispetto di tutti i requisiti applicabili.

Il docente del corso, l’Ing. Alberto Zaffagnini – Responsabile del collaudo e del Laboratorio metrologico, nonché Auditor Tecnico ACCREDIA – consentirà ai partecipanti di individuare i requisiti per assumere decisioni oculate sulla scelta delle apparecchiature e dei metodi per stimare l’incertezza di misura, sulla garanzia di conferma metrologica e sulla validazione e monitoraggio del processo di misurazione, senza perdere di vista il contesto in cui si opera.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o Sede ALPI – Via dei Lapidari, 12 – 40129 Bologna.

Corso_Bologna_31-03-2016

La nuova guida per l’espressione dell’incertezza di misura

La “Guida all’espressione dell’incertezza di misura” (GUM) del 1995, ovvero la norma UNI CEI ENV 13005:2000, è stata ritirata da UNI il 14 ottobre scorso, facendo seguito al ritiro della stessa da parte di CEN (European Committee for Standardization).

Il 15 dicembre, la Commissione Tecnica (CT) 27 “Metrologia” (organo tecnico misto UNI/CEI), riunita in riunione plenaria, ha quindi adottato con traduzione la Guida ISO/IEC 98-3:2008 “Uncertainty of measurement – Part 3: Guide to the expression of uncertainty in measurement”, che rappresenta la riedizione in vigore della GUM:1995 in ambito ISO/IEC.

La Guida è attualmente in fase di trasposizione nella norma tecnica nazionale UNI CEI 70098-3, in analogia con quanto fatto a suo tempo per la terza edizione del Vocabolario Internazionale di Metrologia (VIM), inserita a catalogo nazionale come UNI CEI 70099:2008.

La JCGM 100:2008 – GUM 1995 with minor corrections “Evaluation of measurement data — Guide to the expression of uncertainty in measurement” e la JCGM 200:2012 “International vocabulary of metrology – Basic and general concepts and associated terms (VIM)” – 3rd edition 2008 – version with minor corrections, sono disponibili in allegato e sul sito del BIPM (Bureau International des Poids et Mesures).

JCGM_100_2008 – Evaluation of measurement data – Guide to the expression of uncertainty in measurement

JCGM_200_2012 – International vocabulary of metrology – Basic and general concepts and associated terms (VIM)

Criteri e metodi per stimare l’incertezza di misura

Martedì 22 SettembreBologna, ALPI organizza il corso “INCERTEZZA DI MISURA: UTILIZZO NELLE ATTIVITÀ DI LABORATORIO E DIVERSI APPROCCI PER LA SUA STIMA”, destinato ai Responsabili e Tecnici dei Laboratori Metrologici e di Prova, addetti del Sistema di Gestione per la Qualità dei Laboratori, Ispettori e Valutatori di Sistemi di Gestione.

Le misure, aspetti essenziali, intrinseci e quantitativi dei fenomeni fisici, ci forniscono un’oggettiva valutazione delle grandezze in esame. Nei laboratori sono utilizzate per caratterizzare materiali e prodotti, tarare campioni di riferimento e strumenti di misura, verificare la conformità di prodotti, processi e/o servizi. Pertanto, l’affidabilità delle misure deve essere valutata attentamente prima di prendere decisioni basate su di esse. Il parametro che quantifica l’affidabilità di una misura è l’incertezza di misura, la cui conoscenza è imprescindibile in ogni attività o decisione basata su di un’operazione misuristica.

Senza la conoscenza della sua incertezza, una misura non è utilizzabile o può fornire indicazioni errate. Tuttavia non sempre è necessario effettuare la miglior stima di questa incertezza. Differenti condizioni operative possono permettere di individuare soluzioni che diano il contributo coerente con la “finalità della misura”, sia essa finalizzata alla valutazione della conformità di un prodotto o altresì sia finalizzata alla taratura di un campione o di uno strumento di misura.

È quindi fondamentale essere coscienti della finalità di una misura per poter procedere alla valutazione dell’incertezza con un corretto approccio. Il docente del corso, lIng. Alberto Zaffagnini, responsabile del collaudo e del Laboratorio metrologico, nonché Auditor Tecnico ACCREDIA, consentirà ai partecipanti di mettere a fuoco una tematica complessa attraverso un ricco scambio di esperienze con i partecipanti, senza perdere di vista il contesto in cui si opera.

In allegato sono disponibili tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si svolgerà c/o Sede ALPI, in Via dei Lapidari, 12 – 40129 Bologna.

Corso_Bologna 22-09-2015

I diversi approcci per stimare l’incertezza di misura

Martedì 2 Dicembre a Milano, ALPI ripropone il corso “INCERTEZZA DI MISURA: UTILIZZO NELLE ATTIVITÀ DI LABORATORIO E DIVERSI APPROCCI PER LA SUA STIMA”, destinato al personale tecnico di Laboratorio, Responsabili ed addetti al Sistema di Gestione per la Qualità dei Laboratori, Ispettori, Valutatori e a tutti coloro che fossero interessati ad uno studio analitico che definisce i metodi per valutare l’incertezza di misura.

Il processo di misurazione è adatto  e coerente con l’impiego che il Laboratorio dovrà fare della misura? I costi sono sempre sostenibili o possono essere superflui? Possiamo continuare all’infinito con queste domande se non ci chiediamo quali alternative abbiamo a disposizione per garantire la qualità della misurazione effettuata.

Differenti condizioni operative permettono di individuare soluzioni che diano un contributo coerente con la “finalità della misura”, sia essa finalizzata alla valutazione della conformità di un prodotto o altresì sia finalizzata alla taratura di un campione o di uno strumento di misura.

Il corso ha trovato nelle sue prime edizioni un notevole riscontro in termini di critica e pubblico, con un’affluenza di decine di partecipanti che hanno reso possibile un ricco scambio di esperienze con il docente. L’Ing. Alberto Zaffagnini, a lungo responsabile del collaudo e del Laboratorio metrologico, nonché Auditor Tecnico ACCREDIA, consentirà ai partecipanti di mettere a fuoco una tematica complessa come la stima dell’incertezza di misura, senza perdere di vista il contesto in cui si opera.

Nella locandina allegata trovate tutte le informazioni sul programma e sulle modalità di partecipazione al corso che si terrà a Milano c/o World Service Information s.a.s. Piazza IV Novembre, 4 – 20124 Milano.

Corso_Milano_02-12-2014

L’INCERTEZZA DI MISURA: I DIVERSI APPROCCI COMPATIBILI CON LE ESIGENZE OPERATIVE

Il giorno 25 Marzo, a Padova,  ALPI organizza un corso destinato al personale tecnico di Laboratorio, Responsabili o ed addetti al Sistema di Gestione per la Qualità dei Laboratori, Ispettori e Valutatori per individuare, in modo critico, l’approccio alla determinazione dell’incertezza di misura.

L’obiettivo del corso, tenuto dall’Ing. Alberto Zaffagnini, permetterà ai partecipanti di  mettere a fuoco una tematica complessa come la stima dell’incertezza di misura senza perdere di vista il contesto in cui si opera. Differenti condizioni operative possono permettere, in maniera cosciente e competente, di individuare soluzioni che diano il contributo coerente con la finalità della misura” , sia essa finalizzata alla valutazione della conformità di un prodotto o altresì sia finalizzata alla taratura di un campione  o di uno strumento di misura.

La  vasta esperienza  aziendale del docente, sia come responsabile del collaudo e del Laboratorio metrologico accreditato sia come Auditor Tecnico Accredia  permetterà il confronto che renderà fondamentalmente interattivo il corso con un ricco scambio di esperienze.

Nella locandina allegata trovate tutte le informazioni sul programma del corso, le  modalità di partecipazione. e le indicazioni per raggiungere la sede il 25/03/2014 c/ o Hotel Crowne Plaza – Via Po 197- Padova .

pdf_icon[1] Scarica la Locandina in formato PDF